NAV_VIEW_SEARCH

NAVIGATION

SEARCH

SOCIAL E APP: PORTE APERTE AL MONDO DEI VIDEO

La comunicazione di oggi è in grande parte sul web, ma sono i social network e le applicazioni messaggistiche istantanee ad aver conquistato il nostro modo di comunicare con gli altri.
Utenti di età più disparate - da quelli che non perdono un aggiornamento e si tengono informati su tutte le ultime applicazioni e frontiere, a quelli meno agguerriti sul web - utilizzano i social network per comunicare.

Ma la svolta oggi si gioca sul piano dei video, un territorio al quale stanno cercando di aprirsi tutte le applicazioni messaggistiche e i social che si rispettino.  Si stima infatti che, solo negli Stati Uniti, il fatturato legato ai video arriverebbe addirittura a raggiungere cifre come 7,5 miliardi di dollari entro la fine del 2015.

Dopo l’arrivo di Youtube, la piattaforma web più famosa al mondo per la visualizzazione e la condivisione in rete di video, che oggi colleziona più di un miliardo di utenti al giorno (per un totale di miliardi di visualizzazioni totali), anche gli altri social e applicazioni per smartphone hanno trovato un modo per aprire le porte al caricamento e alla condivisione dei video, adattandosi alle esigenze del mondo del web.

Per prima l’applicazione messaggistica istantanea Snapchat, la cui caratteristica principale è quella di poter condividere contenuti che scompaiono dopo qualche istante, che ha da sempre incluso i video al suo interno, e il cui numero di visualizzazioni ha subito una forte impennata nell’ultimo periodo.
La stessa svolta ha coinvolto Facebook, che ha deciso di aprire le frontiere al mondo dei video e, recentemente, ha creato Mentions, strumento che permette di guardare le dirette streaming sui profili dei vip.
Anche in questo caso le visualizzazioni sono praticamente raddoppiate, soprattutto perché Facebook permette di caricare video di qualche minuto, mentre su Snapchat ci si può scambiare solo clip che durano pochi secondi.

Ma la guerra dei video tra applicazioni e social non finisce qui, anzi: nuovi strumenti sono sempre pronti a conquistarsi una nuova fetta del mercato, come Instagram, che consente da due anni di pubblicare video oltre condivisione di foto e Whatsapp, app di messaggistica istantanea che ha spopolato negli ultimi anni perché consente non solo di inviare, ma di scattare foto e registrare video direttamente e senza uscire dall’applicazione!
 Twitter, con il lancio di Vine, una piattaforma per la pubblicazione di brevi video, e Periscope, che consente di  trasmettere in streaming le riprese fatte con il proprio smartphone, ha addirittura collezionato 10 milioni di utenti in pochissimi mesi.

Insomma, il video sembra proprio essere diventato uno dei contenuti più richiesti del web…  chi riuscirà a stare al passo e a conquistare sempre più utenti?!

ADDITIONAL_INFORMATION